VITA NUOVA A SANTA BERTILLA

 

 

 

 

 

 

 

….si tratta solo di scintille, che però stimolano l’orgoglio di chi ci vive.

“Ci sono frammenti di città felici che continuamente prendono forma e svaniscono, nascoste nelle città infelici”

 Questi frammenti vanno scovati e valorizzati. Ci vuole l’amore, fosse pure sotto forma di rabbia, ci vuole l’identità, ci vuole l’orgoglio di essere periferia

Renzo Piano, citazione di Italo Calvino (Le città invisibili – 1972)

ULTIMI ARTICOLI

2 – 3 dicembre – Torna il Merry Christmas più bello della città!

2 – 3 dicembre
Torna il Merry Christmas più bello della città!
L’atmosfera del natale è di casa a Santa Bertilla
Mercatino con oltre 100 espositori,
ampia area food e spettacoli di strada
babbi sax, majorettes, cavalli, giostre e tanto altro ancora.
Sabato 2 e Domenica 3 Dicembre il Natale arriva a Vicenza in via Legione Antonini.
Scopri il programma nella pagina facebook vita nuova a santa bertilla

leggi tutto

VIDEO

2 – 3 dicembre – Torna il Merry Christmas più bello della città!

2 – 3 dicembre
Torna il Merry Christmas più bello della città!
L’atmosfera del natale è di casa a Santa Bertilla
Mercatino con oltre 100 espositori,
ampia area food e spettacoli di strada
babbi sax, majorettes, cavalli, giostre e tanto altro ancora.
Sabato 2 e Domenica 3 Dicembre il Natale arriva a Vicenza in via Legione Antonini.
Scopri il programma nella pagina facebook vita nuova a santa bertilla

GALLERIA FOTOGRAFICA

CITAZIONI

Quando l’arte spezza le cornici in cui è abitualmente costretta per invadere la strada e lo spazio urbano, allora si parla di Street Art. Opere insolite, costruite con tecniche diverse e unite dalla volontà di giungere a un pubblico che non è soltanto quello delle gallerie o dei musei, ma anche il passante occasionale.

Leggi di più

La poetica della Street Art

(Associazione Jeos)

“…subito, come succede in ogni associazione di uomini, nacque uno spirito di corpo, e si sentivano pronti a fare grandi cose…

Capì questo: che le associazioni rendono l’uomo più forte e mettono in risalto le doti migliori delle singole persone, e danno la gioia che raramente s’ha restando per proprio conto, di vedere quanta gente c’è onesta e brava e capace e per cui vale la pena di volere cose buone.

Mentre vivendo per proprio conto capita più spesso il contrario, di vedere l’altra faccia della gente, quella per cui bisogna tener sempre la mano alla guardia della spada…”

Leggi di più

Le associazioni rendono l’uomo più forte

Complimenti ragazzi!! Ciao sono Nadia (…) del quartiere, sono andata allo spettacolo convinta fosse una serata revival ed invece ho piacevolmente scoperto che era una serata sul nostro futuro!! E quando vedo questo bel fermento mi viene in mente un brano tratto dal “Barone Rampante” di Italo Calvino che ve lo dedico di cuore. Alla prossima, ciao Nadia.


Grazie Nadia, le parole di Calvino sono il più bel ritratto che di noi si potesse trovare. Le “grandi cose” che sentiamo dentro, sono cose “alte”: grandi in senso verticale, ascendente. Speriamo davvero di metterle al mondo. Speriamo di essere “all’altezza”. Questo, come tu dici, può accadere solo insieme.

Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.

La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi.

La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura.

E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie.

Chi supera la crisi supera se stesso senza essere “superato”.

Leggi di più

Crisi e creatività

A. Einstein

Un Manifesto serve a tirar fuori “energie che sonnecchiano” (Edih Stein), come un cavatappi.

E’ qualcosa di essenzialmente diverso rispetto ai tradizionali proclami di comitati di protesta, rivendicazione, o interesse.

Vogliamo “promuovere” quello che tutti desiderano per natura e per grazia, vivere meglio e mettere in moto il treno della partecipazione creativa, umana e civica.

Leggi di più

Tirare fuori le energie che sonnecchiano

Nico Rossi – Commento al Manifesto

Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile.

È fragile il paesaggio e sono fragili le città, in particolare le periferie dove nessuno ha speso tempo e denaro per far manutenzione.

Ma sono proprio le periferie la città del futuro, quella dove si concentra l’energia umana e quella che lasceremo in eredità ai nostri figli.

C’è bisogno di una gigantesca opera di rammendo e ci vogliono delle idee.

Leggi di più

Il rammendo delle periferie

Renzo Piano – Il Sole 24 ore – 26 gennaio 2014

“Intendevamo cominciare una riflessione rivolta non tanto ai cinquant’anni alle nostre spalle, ma ai prossimi cinquant’anni”

Leggi di più

Cinquant’anni per il futuro

In merito agli atti del convegno riportati nel volume “Cinquant’anni per il futuro”.

La vita esclude la nostalgia, nessun passato ha un futuro.

Leggi di più

Futuro

Gilles Clèment (1943) – Paesaggista – Il giardino in movimento.

Di tutti gli organismi viventi sulla terra, solo noi esseri umani abbiamo la capacità di mutare consapevolmente il nostro agire.

Se si deve fare pace col Pianeta, siamo noi a doverla fare.

Leggi di più

Fare pace col pianeta

Barry Commoner (1917 – 2012), biologo ed ecologista statunitense.

Noi possiamo orientare il cambiamento della vita del Nostro Quartiere nella direzione dei nostri desideri.

Leggi di più

Un quartiere rinnovato

(Manifesto Vita Nuova a Santa Bertilla)