Quattro interventi “verdi” nella Circoscrizione 6, quattro semi piantati per rivitalizzare la periferia: fiori e arredo al Giardino Manfè, un palcoscenico all’aperto e un defibrillatore al Parco delle Fornaci, pedoni in sicurezza all’area Tecchio, un parco agro-forestale al Bosco di Carpaneda. Quattro associazioni unite per far fiorire VITA, ARTE, NATURA, BENESSERE nei nostri quartieri.

OBIETTIVI 

Le aree verdi della zona 6 sono ciò che rimane del vasto territorio che “cuciva” Vicenza alla campagna. I nostri quattro interventi vogliono soddisfare le crescenti aspettative dei residenti per una qualità della vita più alta in “periferia”. Il verde diventa via-via: spazio per eventi artistici; occasione di piacere estetico e convivialità; oasi ecologica da tutelare e valorizzare; modo di attraversare il territorio in sicurezza.

DOVE

A – Giardino Manfè, angolo tra via Legione Antonini e via Giuseppe Zanardelli

B – Parco delle Fornaci, tra via Carlo Farini e viale Francesco Crispi

C – Area ex scuola Tecchio, viale San Lazzaro, 112

D – Bosco di Carpaneda, strada Carpaneda

PROPONENTI

Associazione “Vita Nuova a S. Bertilla” assieme a “Orchestra Giovanile Vicentina”, “Senza Frontiere Aps Vicenza”, “Laboratorio Spazi Rurali e Boschi Urbani”.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

A) S.BERTILLA: fiori e zona relax/aperitivo al Giardino Manfè. Per un giardino riordinato e bello: si completano le aiuole perimetrali alberate, la fioriera e la lunga “vasca” con bordature ed aiuole fiorite;  al centro: una piattaforma circolare con vialetti d’accesso e con sedute per l’aperitivo, attorno fiori anziché prato;  ampliare l’impianto d’irrigazione, installare un pozzetto per l’energia elettrica; eliminare i tabelloni pubblicitari e spostare altrove i cassonetti dei rifiuti; installare segnali per area cani; riparare le panchine e un nuovo cestino.

 

B) PARCO DELLE FORNACI: un grande palco verde e un defibrillatore salvavita. E’ la cornice ideale per un grande palcoscenico per attività teatrali a cielo aperto e con uno spazio verde per migliaia di spettatori. Sopra la piattaforma pavimentata di 160 mq, inutilizzata, si realizza un terrapieno verde che fa da palcoscenico. Intorno e dietro si realizza un “teatro di verzura”. Il palcoscenico è attrezzato con prese elettriche e una/due “americane” per le luci. Viene collocato un defibrillatore per le emergenze (jogging e spettacoli).

 

C) S. LAZZARO: più ordine e verde in area ex scuola Tecchio. Si riqualifica l’area per la sicurezza dei pedoni, ricucendo inoltre vl. S. Lazzaro, con la piazza parrocchiale e gli impianti sportivi dei Pomari: – si crea un sentiero sinuoso con punti luce, lungo 100 m. e largo 2, in mattonelle verdi e delimitato da siepi basse fiorite: dal campo da bocce a viale San Lazzaro; – parchi gioco: si migliora l’arredo verde; – si riqualifica il parcheggio: via l’asfalto residuo, nuova superficie drenante, delimitazione delle piazzole, spostamento casette-attrezzi sul retro.

 

D) BOSCO DI CARPANEDA: un “Parco agro-forestale” in città. Un intervento di riassetto e riorientamento ridà senso a questo patrimonio della collettività che ha potenzialità ambientali, didattiche e sportive. Verde: creazione di nuovi habitat a scopo didattico (realizzazione di alcune bassure con l’inserimento di specie idrofite, messa a dimora di nuovi arbusti di pianura e soggetti arborei per l’arricchimento della biodiversità); ingresso: installazione di rastrelliere in materiale naturale per le bici;  realizzazione di percorsi pedonali interni nell’area a nord con installazione di segnavia in legno che fungono anche da panchina; un ponticello in legno per varcare il canale all’interno del bosco;  installazione di tavoli e panchine;  creazione di una nuova rampa di accesso in terra tra l’argine e il bosco sottostante.

 

PERCHÉ QUESTO PROGETTO È IMPORTANTE PER LA CITTÀ?

LA SINERGIA TRA QUARTIERI – L’area ovest di Vicenza (35.000 ab.) è stata per secoli luogo di vive relazioni tra campagna e città. Ne restano importanti oasi nel tessuto urbanizzato. Le nostre associazioni, di diversi quartieri, hanno realizzato una sinergia sull’obiettivo di valorizzare questo patrimonio e per promuovere la consapevolezza di sé nelle “periferie” urbane di Vicenza, mediante piccole, ma meditate operazioni, anche estetiche. Questa sinergia mette in rete anche diverse competenze ed è una risorsa per il futuro.

A) IL GIARDINO MANFE’ – E’ un significativo triangolo alberato nel cuore del quartiere di Santa Bertilla di cui conservare la memoria dell’origine. Il nuovo intervento completa il primo realizzo nel 2014 e mira a rendere giustificato l’uso del termine “giardino” trasformando lo spazio verde, oggi nell’incuria, in un salotto-urbano per una sosta qualificata e ricreativa, arricchendo il quartiere di significati estetici e sociali.

B) IL PARCO DELLE FORNACI – Questo grande parco urbano, al centro di tre grandi quartieri, cerca di “decollare” grazie allo sforzo di molte associazioni. L’obiettivo si sposa bene con l’esigenza di realizzare una grande struttura per spettacoli all’aperto avanzata dall’Orchestra Giovanile Vicentina e da altre realtà artistiche. L’intervento arricchisce il parco dal punto di vista estetico e crea nuove occasioni per frequentarlo.

C) L’AREA TECCHIO – L’ampio spazio-parco che circonda l’ex scuola Tecchio si presenta oggi disordinato. Svolge però un fondamentale ruolo di collegamento pedonale tra Viale S. Lazzaro, la parrocchia, le strutture sportive dei Pomari. L’attraversamento viene portato in condizioni ottimali per la sicurezza e fa ordine, mediante un percorso estetico e fiorito, sia per chi lo attraversa che per chi vi sosta.

D) IL BOSCO DI CARPANEDA – Nato con una funzione ricreativa, è oggi incustodito con il rischio di usi impropri. E’ parte di uno spazio rurale fortemente caratterizzato (bosco – prati stabili – coltivi – fiume di risorgiva meandriforme) nella prospettiva di una “cintura verde” periurbana e dello sviluppo (in parte già previsto) di collegamenti ciclabile e pedonali. E’ prossimo ad una Fattoria Didattica e completerà il ruolo già svolto dall’Oasi di Casale, introducendo nuovi caratteri ecologici e costituendo rifugio per la fauna degli ambienti igrofili.

 

VOTO ON LINE (CON IL CELLULARE E IL COMPUTER)

Accedi alla votazione
Inserisci il tuo codice fiscale e il tuo numero di cellulare
Riceverai un SMS con il codice per procedere alla votazione
Vota il progetto numero 2 “SEI VERDE”

TROVERAI DEI VOLONTARI PER AIUTARTI NEI SEGUENTI GIORNI E LUOGHI

Le domeniche 28 maggio, 4 giugno e 11 giugno al mattino sul sagrato della chiesa di S. Bertilla.
I lunedì 29 maggio, 5 giugno e 12 giugno al Centro “Tecchio”- S. Lazzaro dalle ore 9 alle 12.
I venerdì 26 maggio, 2 giugno e 9 giugno in Circoscrizione 6 dalle 15 alle 19.30.
Porta con te il cellulare e il codice fiscale!

PUOI VOTARE ANCHE SU SCHEDA CARTACEA

Dovrai recarti in una delle sedi delle circoscrizioni cittadine,
dalle ore 9,00 alle 12,30 dal lunedì al venerdì.
Circoscrizione 6 – Villa Lattes – Via Thaon di Revel.
Porta con te carta identità e codice fiscale!